Damned Souls Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Damned Souls Forum

Semplici parole trasformate in passione, in racconti e molto altro...
 
IndiceGalleriaCercaRegistratiAccedi
Benvenute anime dannate.... qui l'Anima dei dannati trovano libera espressione..... lasciate libere le parole che scorrono fuori dalla penna e si imprimono su carta.....
Per imprimere le vostre essenze chiedete iscrizione.... gli amministratori vi daranno risposta entro breve....
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti attivi
» Camilla Ily
Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeVen 4 Mag 2012 - 23:11 Da Violante

» Sete di te ©
Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeMar 3 Apr 2012 - 19:13 Da Mirco Damned Soul

» Ti diverti...©
Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeMar 3 Apr 2012 - 18:30 Da Mirco Damned Soul

» Non bisogna...©
Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeMar 3 Apr 2012 - 17:59 Da Mirco Damned Soul

» Nello scambio delle forze...©
Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeMar 3 Apr 2012 - 17:54 Da Mirco Damned Soul

» Il desiderio di chi ama... ©
Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeMar 3 Apr 2012 - 17:46 Da Mirco Damned Soul

» Solo cosi dormo...
Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeLun 2 Apr 2012 - 17:55 Da Rich@rd

» Nell'amore... non solo la passione...
Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeLun 2 Apr 2012 - 17:53 Da Rich@rd

» Donarti, per donarmi piacere
Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeLun 2 Apr 2012 - 17:51 Da Rich@rd

Chi è online?
In totale c'è 1 utente online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 35 il Lun 12 Apr 2021 - 13:55
Statistiche
Abbiamo 15 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Lithymiding

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 520 messaggi in 487 argomenti
Argomenti più visti
DECADENTISMO
Autostrada Per L’inferno (AC/DC)
Mia passione selvaggia ©
Oblio profondo ©
Saltarelli legge Pavese - verrà la morte e avrà i tuoi occhi -
Charles Baudelaire • LA MASCHERA
Sofferenza di una donna maledetta
Il Corvo - Edgar Allan Poe [Audio - ITA]
LA MIA VITA - Lucrezia Abercorn - Clan Toreador della Camarilla- ©
Scivolo giù.... ©

 

 Un Viaggio Oscuro

Andare in basso 
AutoreMessaggio
kiki kissa Abercorn

kiki kissa Abercorn


Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 20.07.11
Età : 106
Località : London

Un Viaggio Oscuro Empty
MessaggioTitolo: Un Viaggio Oscuro   Un Viaggio Oscuro Icon_minitimeLun 19 Set 2011 - 13:42

1 giorno del secondo mese

Dall'alto della scogliera, dove ha meditato nel vento, osserva la baia sottostante ed il vascello, che ancorato e arreso al ponente, dondola ormai da giorni.
Decide di tornare giù in basso sulla spiaggia e, voltandosi lentamente verso il sentiero di ritorno, con la coda dell'occhio scorge su un promontorio vicino, una particolare costruzione che attira la sua attenzione. Non l'aveva mai notata prima, forse a causa del sole che l'aveva accecata nelle altre occasioni. Decide di dirigersi in quella direzione....

Il sole è alto ed il vento soffia a forti raffiche. Nessun sentiero conduce al promontorio, si addentra pertanto nella macchia mediterranea, incurante degli sterpi e delle basse piante spinose che le graffiano le gambe.
A circa metà di questo impervio cammino, si trova davanti una distesa rocciosa, ma ben decisa ad oltrepassarla continua il percorso.
Si copre ogni tanto gli occhi con la mano per riposare la vista proteggendosi dal sole. Quando trova una piccola ombra, sotto ad un albero di aiaccio, decide di fermarsi a riposare poch minuti. Si siede ed osserva attentamente la costruzione, adesso piuttosto vicina. Raccoglie i lunghi capelli e li ferma in testa con un bastoncino che trova in terra, poi riprende il cammino.

Giunge davanti all'entrata, chiusa da un imponente e rugginoso cancello. La balaustra di legno che collega la terra battuta all'alto muro di recinzione è parzialmente crollata. Cammina con attenzione sulle travi rimaste intatte e, ad ogni passo, osserva il vuoto sotto di lei. Spinge una parte del cancello e la ruggine ne fa cigolare i cardini. lo apre quel poco che basta per passare e subito inizia a visitare il misterioso luogo.

Piante grasse e spinose sono cresciute ai lati del viottolo formato da ciottoli di roccia, che conduce ad alcune casette. Porte e finestre sono chiuse, ma il legno sembra ormai consumato dal tempo. Prosegue il cammino sull'acciottolato che costeggia il muro di recinzione, sfiorando con la mano le pietre che lo compongono. Il sole è alto e gocce di sudore le bagnano la fronte, scivolando sul viso ed incollandole ciuffi di capelli. Segue diligentemente la forma del muro, voltando a sinistra dietro ad un enorme masso. Ad ogni passo, l'altezza del muro diminuisce e nota, che in lontananza, il punto d'incontro con l'altro lato del muro finisce in una cuspide perfetta. Aumenta il passo, curiosa di ammirare il panorama sottostante. Arrivata all'angolo estremo del muro, le si para dinanzi una vista mozzafiato, l'alta scogliera, la baia col vascello, ed oltre la baia miriadi di enormi rocce sparse a caso, dove il mare si infrange in sbuffi bianchi e costanti.
Punta lo sguardo verso il punto più lontano di quella distesa blu e ne osserva la meastosità. Chiude gli occhi e respira il vento che odora di salmastro. Ne inala un grosso respiro e resta così per alcuni minuti, pensando che cadere da quella altezza sarebbe come volare prima di finire nell'abisso. Quando riapre gli occhi, il sole forma sul mare una strada dorata che conduce verso l'infinito. Dopo aver deliziato gli occhi con quel meraviglioso spettacolo naturale, inizia a percorrere il viottolo di ciottoli lungo il lato inesplorato del muro. Il mare, alla sua destra sperisce dietro al muro che inizia ad aumentare in altezza. Il paesaggio dentro alle mura è brullo ed arroventato dal sole. Alla fine del percorso, vede di nuovo le casette alla sua sinistra e realizza mentalmente la forma triangolare della misteriosa costruzione muraria. Si avvicina ad una porta e la spinge... subito cede. L'interno è buio e maleodorante. dopo pochi attimi gli occhi si abituano all'oscuro, ma dentro nn vi è niente, si tratta di una piccola stanzetta buia. Si sposta alla seconda porta che apre con uno sforzo maggiore, dovendo togliere delle travi che, qualcuno aveva fissato agli stipiti per rendere il luogo inaccessibile. Inavvertitamente, perde dalla tasca il piccolo diario di bordo sul quale annota gli avvenimenti del viaggio, ma non se ne accorge e lo lascia fuori dalla casa mentre lei , entra senza remore alcuna. Attende che gli occhi si abituino alla penombra e questa volta vede una piccola finestrella sul lato opposto del muro, chiusa anch'essa, ma dalla quale filtra qualche flebile raggio di luce. Cammina all'interno sulla terra battuta, finchè sente il pavimento cigolarle sotto ai piedi. S' inginocchia, e con le mani toglie la terra, intravedendo delle piccole assi di legno. Scopre un piccolo quadrato con un'appiglio laterale che doveva fungere da maniglia e con un immenso sforzo lo solleva.
E' una botola.
Sconsideratamente, senza pensare ai pericoli ai quali potrebbe andare incontro, si cala al suo interno. Per sua fortuna, il buco non è profondo e la sua testa rimane fuori dalla botola. Si accuccia e attende che la vista si abitui al buio.... dopo qualche attimo si accorge che la botola è in realtà un cunicolo, che lentamente degrada verso il basso.
E' incerta sul da farsi e si rimette in piedi così che la testa resti nella tenue luce che filtra dalla porta aperta.
Maledice mentalmente lo zio, quel pirataccio che l'ha condotta in quei luoghi col suo vascello e che è poi sparito, da settimane, senza lasciare traccia, abbandonandola a se stessa.
Attratta da quelle inesplorate tenebre, chiude gli occhi e, inchinandosi di nuovo sotto l'apertura della botola, inizia una faticosa e lenta discesa verso l'ignoto...... le pagine del diario di bordo frusciano nel vento e, magicamente, parole dell'accaduto si scrivono da sole.
Torna in alto Andare in basso
 
Un Viaggio Oscuro
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Mio oscuro cuore ©
» Oscuro risveglio ©
» Un viaggio nel vuoto
» Io, Violante! (El diamante Oscuro) ©
» Charles Baudelaire • ZINGARI IN VIAGGIO

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Damned Souls Forum :: Il Calamaio dei Dimoranti :: Kiki Kissa Abercorn :: Pensieri e Parole-
Vai verso: